venerdì 12 settembre 2014

Esperienze ed Emozioni: la Fattoria Ariete di Gorno (BG)

Ci sono luoghi, esperienze, momenti che passiamo con i nostri figli che lasciano delle forti emozioni, che sono momenti indimenticabili per entrambi perciò vorrei provare a fermarli, per un attimo, e condividerli con voi. 

Ad Agosto, in una delle poche giornate di sole, siamo andati alla Fattoria Ariete di Gorno e per raccontare la nostra esperienza nonché le emozioni che abbiamo provato ci vuole proprio un bel post dedicato. 

Siamo arrivati alla fattoria alle 10, appena entrati siamo stati accolti da Mauro e Roman che ci hanno offerto un buonissimo caffè, fatto con la classica Moka e dopo poco Mauro ci ha guidati nel nostro viaggio alla scoperta delle miniere.



L'unica miniera che il Gremlins conosceva era quella dei sette nani di Biancaneve, perciò per lui, ma anche per noi adulti, entrare in una miniera vera e sentire Mauro spiegare ogni minimo dettaglio è stato davvero entusiasmante. 


Il Gremlins, indossato il classico cappellino da minatore,




ha potuto vedere una lampada "magica", la lampada ad acetilene che usavano i minatori ben diversa dalle torce a cui è abituato,



gli è stato spiegato l'uso della dinamite, ha visto quali macchinari usavano e gli è stato spiegato sia quali minerali venivano raccolti in quella miniera che la vita fatta dai minatori




e proprio come i nani di Biancaneve, per qualche metro, siamo saliti su un carrellino dei minatori.

Una volta usciti dalla miniera Mauro ci ha accompagnati a fare una passeggiata, costeggiando il fiume Riso dove abbiamo visto una strana composizione di sassi,




Mauro prendendo delle foglie da una pianta ha fatto vedere al Gremlins come volassero come elicotteri insegnandogli un gioco nuovo senza giocattoli ma avvicinandolo alla natura, ci ha portati vicino ad un piccolissimo laghetto dove il cinquenne ha potuto vedere tantissime libellule e lungo la strada di ritorno il Gremlins ha raccolto noci e mangiato fragoline di bosco.

Ritornati alla fattoria e dopo aver consumato il nostro pranzo al sacco, il Gremlins ha visto gli animali della fattoria, tra cui un coniglietto di pochi giorni che ha potuto accarezzare





e spronato a mettere le manine nelle gabbie delle galline ha raccolto due uova fresche, sentendone il calore tra le mani. 

Dopo aver vissuto moltissime emozioni, Roman ci ha invitati a lavorare con la creta perciò con un po di creta e un po di sassi bianchi e grigi il Gremlins ha fatto un bellissimo mosaico 


 



e mentre creava si è sentito raccontare la leggenda della strana composizione di sassi che aveva visto al fiume, la leggenda della strega Carampana e sua sorella.

Per tutta la giornata ho visto gli occhi di mio figlio illuminarsi di stupore e meraviglia, di gioia e felicità, l'ho visto vivere una giornata da favola, una giornata che non voleva far finire mai e di cui ha parlato per tutta la settimana successiva. 

Giunte ormai le 16 abbiamo dovuto interrompere la nostra giornata da favola per tornare a casa, ma le emozioni che abbiamo provato alla Fattoria Ariete sono state davvero indimenticabili e ci siamo ripromessi di ritornarci, magari in un periodo diverso di modo da poterla vivere a 360 gradi. 

I gestori sono persone davvero squisite ed ospitali, i luoghi incantevoli, le esperienze uniche perciò se volete passare una giornata diversa fate un salto alla Fattoria Ariete, dopo una giornata trascorsa lì ne voi ne i vostri figli vorrete più venire via perché trascorrerete una giornata davvero fantastica!



Nessun commento:

Posta un commento