giovedì 1 dicembre 2016

A Librotropoliss il bookcrossing diventa multilingue: i libri che uniscono!


Ho sempre pensato che i libri possano unire, possano fare da collante tra i bambini di tutto il mondo. 

Perché un libro si può leggere da soli ma anche in compagnia, perché un libro non ti chiede di che colore hai la pelle, che lingua parli o di che religione sei, non ti chiede da dove vieni, quanti anni hai o come ti chiami.

Un libro aspetta solo un bambino che lo prenda in mano e lo legga. 

Così dopo aver portato a Librotropoliss un centinaio di libri in italiano, ho pensato "perché non fare una sezione con libri di varie lingue? Dei libri con cui un bambino appena arrivato nel nostro Comune si possa sentire meno solo ". 

Mi sono messa alla ricerca di libri in varie lingue, li ho trovati, catalogati e finalmente martedì 29 ho detto ai bambini di Librotropoliss "da martedì prossimo troverete anche dei nuovi libri che non saranno in italiano ma in tante lingue".

I bambini mi hanno guardata sorpresi per pochi secondi  e poi hanno iniziato a discutere tra di loro "io ho una compagna rumena" , -io uno albanese-, "il mio amico è arabo, allora può venire anche lui?". Ma certo che sì! 

Avrei voluto urlargli "Wow bambini siete fantastici! Dei veri miti" invece gli ho spiegato che sì potevano venire tutti, portarci dei libri nella loro lingua che non leggono più, prenderne altri ma sopratutto potevano venire a raccontarci qualche storia nella loro lingua e poi spiegarcela un pochino con parole loro. 

Perché il binomio libri-bambini molto spesso riesce ad arrivare dove l'adulto non può, non riesce, in quel mondo magico dove l'uguaglianza esiste davvero.

Oggi ho finalmente portato i libri a Librotropoliss, sono poco più di una trentina. Ve ne mostro una carrellata veloce.

Libri in inglese






Libri in spagnolo




Libri in francese



Libri in arabo


Libri in rumeno



Libri in russo



Libri in turco, tedesco, sinti, wolof, tigrino, cinese, ebraico. olandese




Sono libri che, esclusi inglese, francese e spagnolo si fa davvero fatica a  trovare perciò ne sono sempre alla ricerca.

Chiunque abbia suggerimenti per questo piccolo squarcio sul mondo o voglia donarci qualche libro per bambini in altre lingue non esiti a contattarmi. 

Non sono tantissimi è vero, però mi auguro che possano aumentare e soprattutto che qualsiasi bambino che arrivi nel mio Comune, grazie a questo piccolo pezzettino di mondo, si possa sentire accolto e un po' più a casa.

Domani vi racconterò di draghi, principesse e cavalieri, perché martedì abbiamo fatto una merenda con i draghi davvero divertente!

A presto!











venerdì 25 novembre 2016

Letture tra filastrocche da mangiare e da assaggiare, libri svegli, silent book, lupi e porcellini!


Martedì 22 abbiamo avuto il primo incontro a Librotropoliss, i primi quattro bambini che si sono presentati fanno parte dello Staff Kids. 

Abbiamo iniziato facendo merenda e giocando con due libri davvero "merendosi":


E' nata una sorta di gara, maschi contro femmine (o viceversa) su chi indovinava più alimenti e perciò abbiamo iniziato giocando con i libri.

Ognuno di loro al collo indossa una tesserina con scritto Staff Kids e il nome del bambino, perciò quando gli ho consegnato il tesserino gli ho spiegato in cosa consiste il compito dello Staff Kids:

- leggere ai bambini più piccoli
- scegliere l'argomento di lettura per la settimana successiva
- consigliare i libri che hanno letto (potranno apporre un timbro con scritto "approvato dallo Staff Kids" e firmare con il nome di chi lo consiglia)

Accidenti! "Chi non legge bene?" -Beh per chi non legge bene, non c'è alcun problema qui non siamo a scuola, si possono leggere anche libri senza parole-.

"Libri senza le parole? Ma se non hanno le parole cosa leggiamo?"  -Beh possiamo provare subito, così fate le prove ok?-

Ognuno di loro ha preso uno di questi quattro libri pubblicati da Terre di Mezzo, i miei silent book preferiti per avvicinare i bambini ai libri senza parole.


Ognuno di loro ha "letto" il proprio libro, c'è stato chi è partito subito a leggere, chi era un po' timoroso, chi non sapeva bene come raccontare la storia ma alla fine tutti e quattro hanno letto ai compagni e si sono divertiti un mondo.

Eccoli qui tutti intenti ad ascoltare Alessandra che sta leggendo il suo libro 


C'è chi ha chiesto se la firma si poteva fare anche in stampatello, sì certo a Librotropoliss si può leggere e scrivere come si è capaci.

Una volta terminata la merenda e il nostro giro di racconti senza parole, abbiamo giocato un po' con il buio.

Chi lo dice che i libri servono a fare addormentare i bambini? Se incontri un Libro Sveglio cosa fai? Cos'è un Libro Sveglio? Beh spegniamo tutte le luci e vediamo un po'.



Il Libro Sveglio è un libro un po' magico, se lo guardi alla luce vedi delle immagini ma appena spegni la luce ecco che il libro si sveglia e ci vedi immagini che alla luce non vedevi e allora... le scarpe di un signore possono diventare due topolini oppure una coppia che va in bicicletta può trasformarsi in un gatto.

Dopo qualche momento magico in compagnia del Libro Sveglio eccoci tutti giù per terra ad aprire un libro vietatissimo. Sì perché il titolo è proprio "Non aprire questo libro". Noi che siamo bambini curiosi ovviamente non ci facciamo intimidire dalla parola "NON" e perciò tutti insieme abbiamo aperto il libro, girato le pagine e beh, fatto anche un'enorme fatica a girare tutti e cinque insieme una pagina pesante come un grosso masso. 


La stanchezza non sappiamo nemmeno cos'è e perciò come ultima lettura i bambini hanno deciso di ascoltare la storia dei tre porcellini. Nooooo! Non è la classica storia dei tre porcellini, perché questa storia non l'hanno scritta i porcellini ma il lupo. 
Sì insomma nessuno lo racconta mai ma il lupo è andato in prigione e finalmente ha scritto un libro per raccontare la sua verità "La vera storia dei 3 porcellini".



I bambini una storia così in effetti non l'avevano mai sentita e qualcuno è intervenuto dicendo "ma questa non è la storia vera" -mmmm...chi lo dice? Io non c'ero però una la raccontano i porcellini, una il lupo chissà chi dirà la verità-.

Qualcuno ha creduto alla storia del lupo che per colpa di una tazza di zucchero, una  torta da fare e un po' di raffreddore è passato per il lupo cattivo che ha mangiato due porcellini, qualcun altro ha preferito rimanere affezionato alla storia tradizionale fatto sta che ora quando racconteranno la storia dei tre porcellini la ricorderanno da vari punti di vista.

Avevamo appena finito di leggere la storia dei 3 porcellini che ecco arrivare Samuele con la sua mamma. Hanno portato a Librotropoliss una sacchetto pieno di libri che Samuele non legge più e ora si avvicina alla libreria e ne sceglie altri da portare a casa.

Si ferma un po' a giocare con gli altri bambini, Samuele è più piccolo frequenta la scuola materna ma i bambini dello Staff Kids sperano che torni martedì prossimo per leggergli una storia. Anche Samuele potrà "leggerne" una, magari senza parole perché i libri sono amici di tutti grandi e piccoli.

Ops! Stavo quasi per dimenticare, i bambini dello Staff Kids dopo una breve discussione tra loro hanno deciso l'argomento della prossima settimana: draghi! 

Mentre discutevano ho sentito un "principesse" -noooo! draghi!"- "va bene draghi anche per noi allora"...staremo a vedere se martedì 29 oltre ai draghi riusciremo a far saltare fuori qualche principessa magari in compagnia di draghi e cavalieri ma per scoprirlo bisognerà aspettare la prossima settimana.

Se vi interessano i libri che abbiamo letto martedì 22 novembre a Librotropoliss potete cercarli in biblioteca, comprarli in libreria oppure cliccare sui links qui sotto.




Buone letture a tutti!












mercoledì 16 novembre 2016

Librotropoliss. Il bookcrossing per i bambini è sbarcato a Cornaredo


Eccomi ritornata al blog dopo un bel po' di tempo!

In questo lungo periodo ho dedicato il mio tempo libero ad un progetto che mi sta davvero molto a cuore.

Era già un po' che pensavo: chi legge i consigli libreschi che metto sul blog? I bambini? Noooo, i genitori! 

Perciò come fare a far innamorare i bambini dei libri? Ciò che per me è bello, stupendo, lo è anche per loro? 

Così ho pensato ad un bookcrossing per bambini, ad una zona fissa in cui i bambini potessero conoscere i libri sì ma sopratutto scambiarli, condividerli, un posto che fosse fondamentalmente gestito dai bambini. 

Un posto dove un bambino di 7 anni possa leggere ad un bambino di 5, in cui divertirsi con i libri, in cui il libro viene vissuto in modo spensierato, in cui i libri fungano da aggregazione tra bambini.

Può sembrare un progetto "impossibile", ambizioso e forse lo è ma è una cosa in cui credo molto e perciò a stare fermi, a pensare che le cose vadano male, non si cambia  mai nulla per cui tanto vale provarci.

Ho presentato questa mia idea all'Assessore dell'Istruzione e delle Biblioteche di Cornaredo che è stato subito molto favorevole all'idea del bookcrossing, ho avuto la sua collaborazione, quella della Biblioteca Comunale "M.T. Bernasconi" di Cornaredo e quella dell'Associazione Auser Insieme Cornaredo e grazie alla collaborazione di tutti loro è nato LIBROTROPOLISS.

Per l'immagine che rappresenta l'iniziativa mi sono affidata alla sensibilità e intuizione dell'amico Mirco Maselli che ha disegnato questa stupenda illustrazione. Una illustrazione che trasmette vitalità, gioia, una vera esplosione di vita, bambini che con i libri si divertono, fanno gruppo. Come al solito Mirco ha colto pienamente il senso dell'iniziativa e lo ha trasformato in qualcosa di magico.

Un progetto nato per i bambini non poteva escludere i bambini già in partenza, bisognava includerli  da subito nel progetto, così ho chiesto la loro collaborazione e diciotto bambini di seconda elementare capitanati dalla loro maestra Chiara , ispirandosi all'illustrazione di Mirco, hanno creato il nome dell'iniziativa LIBROTROPOLISS, e inventato una filastrocca per l'occasione.

(questa è la magia che Mirco e i bambini di seconda elementare sono riusciti a creare)


Io ho messo a disposizione i primi 100 libri (la nostra biblioteca casalinga conta più di 1200 libri per bambini e ragazzi perciò non è stato difficile donarne un centinaio), un'altra mamma ne ha donati altri. 

Visto che è un bookcrossing per bambini e che i bambini sono stati coinvolti nel progetto iniziale, i diciotto bambini che hanno creato il nome dell'iniziativa faranno parte dello Staff Kids. Uno Staff di bambini che possa decidere, proporre e approvare libri e progetti bambineschi! 

Ognuno ha messo un pezzetto di sé ed ora finalmente LIBROTROPOLISS è arrivato e debutterà martedì 22 Novembre. 

Mentre guardavo la lista dei libri che stavo inserendo sul sito ufficiale di bookcrossing mi è venuta un'altra idea: e se aggiungessimo dei libri in altre lingue? Ok i libri in lingua inglese ci sono ma gli altri? I libri uniscono sempre, perciò perché non cercare libri in turco, arabo, romeno, russo, cinese etc? In fondo perché un bambino che è arrivato qui da poco o che ha un genitore straniero non dovrebbe sentirsi a casa? Non sarebbe carino trovare qualche libro nella sua lingua o in quella del genitore non italiano? Così mi sono messa alla ricerca di libri, bei libri e mi sono fatta un piccolo regalo di Natale... ma ciò che ho trovato ve lo svelerò settimana prossima! 



In questi giorni stiamo distribuendo i volantini per mettere al corrente i bambini e le loro famiglie dell'esistenza di LIBROTROPOLISS e martedì 22 in occasione del primo giorno libresco abbiamo organizzato una Libromerenda.

LIBROTROPOLISS come ogni iniziativa che si rispetti ha la sua pagina Facebook qui mentre qui potrete prendere visione dei libri che ospita.

Ogni martedì verranno effettuate delle letture dalle 10 alle 12 per i bambini fino ai 3 anni, dalle 17.30 alle 19 per i bambini dai 3 ai 10 anni. 

Durante il cammino di LIBROTROPOLISS verrà a trovarci qualche amico o amica, perché i libri non sono solo carta, dentro un libro c'è molto molto di più! Perciò se sei un autore, un'illustratore, un editore, se hai a che fare con i libri per bambini contattami e vienici a trovare.

LIBROTROPOLISS è a Cornaredo ma non è solo per i bambini di Cornaredo ma per tutti quei bambini che vogliono divertirsi con i libri. 

Una canzone per bambini recita "i sogni son desideri..." ma a volte possono anche diventare realtà!

Prestissimo vi svelerò qualche altra cosina su LIBROTROPOLISS.


Buone letture a tutti e vi aspettiamo a LIBROTROPOLISS...più numerosi che mai!